Lo scienziato afferma che l’ossigenoterapia iperbarica inverte il processo di invecchiamento

Lo scienziato afferma che l'ossigenoterapia iperbarica inverte il processo di invecchiamento

Shai Efrati, esperto di medicina iperbarica, ha riportato in un articolo di una rivista peer-reviewed pubblicata su aging-us.com che la terapia applicata dal suo team di ricerca dell'Università di Tel Aviv ha allungato i telomeri, di oltre un quinto, e ridotto le cellule senescenti di oltre un terzo, invertendo così l'invecchiamento a livello cellulare.

Ogni volta che un cromosoma si duplica, la lunga stringa di DNA si accorcia alle estremità del telomero. Dopo molte divisioni cellulari i telomeri scompaiono e i cromosomi non sono più in grado di duplicarsi, con il risultato che la cellula diventa senescente e muore. È noto che il processo di invecchiamento è caratterizzato dall'accorciamento della lunghezza del telomero (TL) e dalla senescenza cellulare.

Telomero

L'ossigenoterapia iperbarica è un trattamento medico utilizzato per trattare una serie di condizioni mediche, come la malattia da decompressione, l'avvelenamento da monossido di carbonio, le lesioni da radiazioni ritardate, le ferite diabetiche, la cancrena e altre infezioni in cui i tessuti mancano di ossigeno. La terapia prevede la respirazione di ossigeno puro attraverso una maschera mentre si è seduti in una camera di ossigeno iperbarica a pressioni dell'aria che sono da 1,5 a 3 volte superiori alla normale pressione atmosferica. Gli studi pubblicati sulla rivista aging-us.com hanno cercato di determinare se l'ossigenoterapia iperbarica potesse invertire quegli indicatori del processo di invecchiamento (accorciamento dei telomeri e senescenza cellulare).

35 adulti di età superiore ai 64 anni senza condizioni mediche preesistenze sono stati somministrati ossigenoterapia iperbarica durante 60 giorni, 5 giorni alla settimana, in sessioni iperbariche individuali di 2 ore. Ogni 20 minuti hanno rimosso le maschere per 5 minuti, al fine di riportare i loro livelli di ossigeno alla normalità. I nostri corpi interpretano questo contenuto di ossigeno fluttuante e attivano meccanismi per compensare la percepita mancanza di ossigeno, che alla fine si traduce nella rigenerazione cellulare.

Le lunghezze dei telomeri, misurate nelle cellule del sangue, sono aumentate in media del 20% durante il trattamento di 60 giorni e il numero di cellule senescenti è stato ridotto fino al 37%. Sono stati osservati anche miglioramenti significativi nelle funzioni cognitive, miglioramento dell'attenzione, velocità di elaborazione delle informazioni e funzioni esecutive e le scansioni cerebrali della risonanza magnetica, scattate prima e dopo il trattamento, hanno mostrato un miglioramento associato del flusso sanguigno cerebrale. Tutti questi effetti combinati equivarrebbero a una riduzione di 25 anni dell'età biologica dei partecipanti, almeno in teoria.

"Cerchiamo di affrontare l'invecchiamento con l'esercizio fisico e i cambiamenti nella dieta, ma questo rallenta solo il declino", ha detto il dottor Efrati al Times of Israel. "Stiamo dimostrando che possiamo effettivamente portare l'orologio biologico all'indietro e migliorare la qualità delle cellule del sangue. Ciò significa che possiamo iniziare a considerare l'invecchiamento come una malattia reversibile.


Fonti:
– L'ossigenoterapia iperbarica aumenta la lunghezza dei telomeri e diminuisce l'immunosenescenza nelle cellule del sangue isolate: uno studio prospettico – Research Paper
– Lo scienziato israeliano afferma di "invertire" l'invecchiamento nelle cellule del sangue – The Times of Israel

Pubblicato
Etichettato come Notizie

Lascia un commento