Ossigenoterapia come trattamento per l'Alzheimer

Respirare ossigeno a una pressione dell'aria superiore al normale potrebbe alleviare alcuni dei sintomi del morbo di Alzheimer, se recenti ricerche fatte su topi produceno gli stessi risultati nell'uomo. Topi geneticamente ingegnerizzati per sviluppare alcune caratteristiche umane del morbo di Alzheimer hanno mostrato riduzioni significative dei sintomi fisici e comportamentali dopo 2 settimane di trattamento quotidiano con ossigenoterapia iperbarica (HBOT), lo stesso tipo di trattamento utilizzato nelle lesioni da ustione e avvelenamento da monossido di carbonio. Questo è stato il risultato che un team proveniente dall'Università di Tel Aviv (TAU) in Israele ha riportato in un articolo che è stato pubblicato di recente sulla rivista Neurobiology of Aging.


Fonti: MedicalNewsGiorni https://www.medicalnewstoday.com/articles/320290.php Neurobiologia dell'invecchiamento http://www.neurobiologyofaging.org

Pubblicato
Etichettato come Notizie

Lascia un commento